Small things

“e sentirsi felice
anche solo ad immaginare
quelle piccole cose che non hai ancora”

mi gira per la testa questa frase di una canzone che mi ha subito fatto illuminare, e poi, meditando, mi ha fatto fare un altro ragionamento e, cambiando il punto di vista,  mi sono soffermata sulle piccole cose che invece ho già.

credo che se nei momenti di sconforto o difficoltà mi fermassi e stilassi una lista di piccole cose che fanno parte della mia vita, credo che la lista verrebbe lunghissima e che mi accorgerei subito di quanto sia doveroso essere felice!
alle volte mi sembra che la vita mi stia schiacciando, mi sembra che il vento sia sempre contro, mi sembra che i miei piedi non siano capaci di seguire il ritmo, di essere fuori tempo, fuori spazio.
una volta, ero ragazzina e stavo passando una brutta giornata, e una persona più grande di me se ne accorse, si avvicinò e mi si sedette vicino. non diceva nulla. stava lì, vicino, in silenzio. per un po’ rimase lì. in quel momento mi sono sentita importante per qualcuno (che nemmeno conoscevo poi così bene) e mi sentivo già un po’ meglio.
e poi mi disse: “ricordati che non è il cammino che è difficile, ma il difficile che è cammino.”
lì per lì mi è sembrata una frase banale e inutile, una bella frase da cioccolatini, che non mi avrebbe aiutato risolvere il problema… quando si è ragazzini si vorrebbe risolvere tutto e subito… ma oggi non la trovo così astratta.
il gesto, l’idea, che qualcuno possa tendere la mano (o la voce) e toccarci in qualche modo, facendoci sentire parte di una catena e non un’ isola, credo che sia un dono e una ricchezza che basti a farci asciugare le lacrime e a darci la spinta per ripartire. e ad essere grati sempre per le piccole cose, iniziando da quello che siamo dentro di noi.

Collage_Fotor111

goccia dopo goccia 

cos’è una goccia d’acqua, se pensi al mare
un seme piccolino di un melograno
un filo d’erba verde in un grande prato…
una goccia di rugiada, che cos’è?
il passo di un bambino, una nota sola,
un segno sopra un rigo, una parola?
qualcuno dice « un niente», ma non è vero
perché, lo sai perché, lo sai perché?

goccia dopo goccia nasce un fiume,
un passo dopo l’altro si va lontano,
una parola appena e nasce una canzone,
da un «ciao» detto per caso, un’amicizia nuova;
e se una voce sola si sente poco,
insieme a tante altre diventa un coro
e ognuno può cantare, anche se è stonato;
dal niente nasce niente, questo sì.

non è importante se non siamo grandi
come le montagne, come le montagne;
quello che conta è stare tutti insieme
per aiutare chi non ce la fa,
per aiutare chi non ce la fa.
goccia dopo goccia..

goccia dopo goccia nasce nasce un fiume
e mille fili d’erba fanno un prato
una parola solo ed ecco una canzone
da un “Ciao” detto per caso un’amicizia ancora;
un passo dopo l’altro si va lontano
arriva fino a dieci poi sai contare
un grattacielo immenso comincia da un mattone
dal niente nasce niente, questo sì.

non è importante se non siamo grandi
come le montagne, come le montagne
quello che conta è stare tutti insieme;
per aiutare chi non ce la fa.
non è importante se non siamo grandi
come le montagne, come le montagne
quello che conta è stare tutti insieme;
dal niente nasce niente, questo sì.
dal niente nasce niente, tutto qui!
stiamo tutti insieme, questo sì.
dal niente nasce niente, tutto qui!

E. di Stefano – G. Fasano

2 pensieri riguardo “Small things

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...